The Floating Piers

Una settimana fa chiudeva una grande opera, unica nel suo genere ed unica per il luogo in cui è stata realizzata.

Siamo a Brescia e la location è il lago di Iseo e io oggi vi racconto di The Floating Piers, che ho visitato a fine giugno, come la maggior parte dei bresciani.

Floating Piers5

The Floating Piers sono delle passerelle installate sul lago e realizzate con 200.000 cubi di polietilene che galleggiano sull’acqua seguendo il movimento delle onde e coperte da un tessuto giallo cangiante.

L’installazione è anche la realizzazione di un sogno che l’artista, Christo, aveva progettato con l’ormai defunta moglie Jeanne-Claude ed inizialmente per il progetto si era chiesta autorizzazione in Argentina ed in Giappone, paesi che l’hanno negata. Ecco che The Floating Piers viene pensato per un luogo meno conosciuto, un luogo piccolo, se si pensa alle grandi opere, in posti molto noti e di grande accessibilità, che la coppia ha realizzato negli anni. Così il lago d’Iseo accetta la sfida e si prepara per organizzare al meglio l’accoglienza di un grandissimo artista, di un nome importante che rimarrà sempre legato alla storia del lago e dei comuni sul lago e di una moltitudine di persone proveniente da tutte le parti del mondo che supererà nettamente la capacità del luogo stesso. Ecco perché tutto il territorio coopera al fine della buona riuscita del progetto e della soddisfazione in toto dei visitatori.

Floating Piers4Floating Piers3

Così un ponte galleggiante ha unito per 16 giorni il comune di Sulzano con Monte Isola, l’isola lacustre più grande in tutta l’Europa, modificando le rotte della normale navigazione di Navigazione Lago d’Iseo ed interrompendo qualsiasi altro tipo di tratta, se non strettamente legato al supporto dell’impresa.

Una vera sfida per dei tranquilli paesi di lago che si animano nella stagione estiva ed i quali se la stanno cavando degnamente nel far fronte a questo grande evento, nonostante l’afflusso si sia dimostrato superiore alle previsioni.

Non voglio ora raccontarvi le informazioni utili e le norme di sicurezza da rispettare per accedere alla struttura. Questo post nemmeno si pone l’obiettivo di darvi indicazioni su come accedervi, gli orari ecc… visto che tutti questi dettagli sono stati largamente e dettagliatamente affrontati sul sito Iseo Lake a cui vi rimando.

Quello che voglio trasmettervi è la bellezza del lago d’Iseo, una bellezza naturale, una bellezza che questo paesaggio possiede di base e per natura. Una bellezza che grazie a The Floating Piers viene esaltata, viene mostrata al suo livello più alto e viene esportata a livello mondiale. Perché ciò che è bello deve essere conosciuto e soprattutto deve essere visitato. E qui lo si può ammirare da un’angolazione diversa dal solito, una prospettiva che prima mai si è vista e che poi mai più si potrà vedere. Uno spettacolo unico e limitato nel tempo per catturare dettagli, sfumature e giochi di luce che rimarranno impressi per sempre nei ricordi delle persone e sulla carta fotografica per mostrarle ai posteri.

Floating PiersFloating Piers2

Ma saliamo insieme su questa passerella.

Attenzione! L’impatto è traballante, come quando sali sull’ascensore ed il meccanismo si assesta prima di chiudere le porte, solo che sulla passerella non vi sono pareti a cui aggrapparsi e puoi contare solo sul tuo equilibrio.

Inizia a camminare e a guardarti intorno…

Allontanati dalla terra ferma ed abbraccia il lago, spingiti al suo interno e non avere timori. Segui il movimento della passerella, lasciati cullare e goditi il landscape che ti circonda.

Cammina sulle acque, perché questa è la sensazione, e segui la tua meta, la piccola e privata isola di San Paolo in mezzo al lago che si avvicina a voi come mai più vi capiterà. Circumnavigatela, o circumpassegiatela 😉 , per poi proseguire nuovamente verso Monte Isola.

Il fatto che sia un’opera temporanea ha spinto persone, anche molto lontane dal lago bresciano, a dedicare qualche giorno a questo luogo. chi c’è stato, chi c’è salito, chi ha provato questa sensazione un domani potrà dire “Io c’ero” e raccontare un’esperienza davvero particolare ed intensa che si è affrontata sotto la calura, il sole cocente, con lunghe code e tanta pazienza. Proprio come tutte le meraviglie che il mondo ci offre e ci chiama a visitare.

 

Qualcuno di voi è stato su The Floating Piers? Che sensazioni avete provato? Conoscevate Iseo prima di questo evento? Ci tornereste?

 

Ti aspetto con entusiasmo sui social media; un tuo LIKE ed un FOLLOW mi aiuteranno a crescere e migliorarmi.

Seguimi sui canali social

Facebook

Twitter

Instagram

Annunci

5 pensieri su “The Floating Piers

  1. Ho avuto la fortuna di visitare queste zone a Pasqua del 2015 e e, ovviamente, me ne sono innamorata. La bellezza struggente del lago, di Montisola, di questi sonnolenti borghi, hanno conquistato il mio cuore. In particolare non dimenticherò mai la giornata trascorsa alla scoperta di Montisola, tra km e km macinati a piedi, paesaggi e visite imperdibili.
    Avrei tanto voluto provare anche l’esperienza unica di camminare sul Lago d’Iseo e ammirare questa quinta straordinaria da un punto di vista così speciale…ma non è stato possibile, perciò ho letto il maggior numero di esperienze descritte dai blogger, che hanno preso parte all’evento. E mi sono emozionata con tutti voi!
    Claudia B.

    Liked by 1 persona

    1. Che belle parole Claudia. Sentirti parlare con tanta emozione di una zona fuori dall’uscio di casa mia mi fa rendere conto sempre più di quanto io sia fortunata.
      Spesso andiamo alla ricerca di luoghi insoliti e di bellezze estreme lontane da casa, dimenticandoci che talvolta basta lasciarsi la porta di casa alle spalle per trovare meraviglie che altri vengono a visitare…
      Non sempre il viaggio deve essere obbligatoriamente lungo per vedere e poter raccontare di luoghi belli e che valgono la nostra attenzione ☺

      Mi piace

  2. Pingback: Then comes… April – Elisa e Dintorni Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...