Il planning delle faccende domestiche

Oggi ti voglio portare in un viaggio all’avventura. Un viaggio che richiede un equipaggiamento davvero particolare: aspirapolvere, spazzettone, prodotti per l’igiene della casa & Co.

Sì, hai capito bene amica mia. Oggi ti porto ad imparare e studiare come suddividere le faccende domestiche, cosa che io faccio seguendo un planning che si ripete ogni settimana.

Siamo sempre di corsa e indaffarate, i ritmi frenetici ci lasciano poco tempo a fine giornata per gestire anche la casa, eppure noi donne di oggi dobbiamo comunque gestire e fare sempre dei lavori in casa.

Quando mi sono sposata e mi sono trovata con una casa mia di cui prendermi cura non ero così organizzata come lo sono ora. Il mio metodo l’ho raggiunto nel tempo, tra esperienza, confronti con amiche nella stessa situazione e varie ricerche in internet.

Il grosso delle faccende domestiche l’ho sempre svolto il sabato quando, a casa dal lavoro, riesco a dedicarmi completamente alla mia dolce casa. Ci tengo che sia il più possibile in ordine e pulita, senza pretendere la perfezione ogni giorno. E’ impossibile!

Durante la settimana mi sono sempre occupata delle piccole cose come tenere passato l’aspirapolvere, tenere in ordine la camera da letto, il bagno e la cucina.

il-planning-delle-faccende-domestiche

 

Perché ho deciso di stendere il planning delle faccende domestiche

Il tutto ha funzionato bene per parecchio tempo fino a quando non sono sopraggiunte nuove condizioni: due bambini.

Inutile dire come tutto sia cambiato con l’arrivo dei bambini e niente è stato più come prima.

I bambini richiedono tempo, cure, attenzioni, ci sono molte più cose da seguire e il santo sabato mattina di un tempo mi ha lasciata.

Risultato?

Il caos! Che ha deciso di trasferirsi a casa mia, seppur senza il mio consenso.

Si sa, che quando arrivano dei bambini le case cambiano aspetto, si adattano, non sono perfette, diciamo che vengono ri-arredate in uno stile divertente tipo tutto-a-portata-di-mano, ma la pulizia degli ambienti di casa deve continuare ed è fondamentale.

Ho passato un primo periodo di qualche settimana senza sapere più da che parte voltarmi, da dove partire, da dove proseguire e se mai sarei arrivata alla fine. Mi rendevo conto che saltavo come una trottola da una stanza all’altra e senza concludere nulla.

Questo accadeva di sabato, il giorno in cui avrei dovuto sistemare la maggior parte delle cose.

Ti lascio immaginare quello che riuscivo a portare a termine ogni singolo giorno… Ti basti sapere che ci sono stati giorni in cui io e mio marito abbiamo cenato a due ore di distanza per tenere i bambini e che mi è successo di non avere nemmeno il tempo di aspirare le briciole sulla tovaglia della cucina.

planning1

 

Fortunatamente questa non è la normalità e il tutto si aggiusta con un minimo di organizzazione. Da qui, ho deciso di stendere un planning delle faccende domestiche, un piano su quando fare i mestieri di casa.

Perché? Per essere organizzata, ottimizzare i tempi sapendo già di cosa mi devo occupare e quanto tempo più o meno mi ci vuole per portare a termine quel che devo fare.

Come? L’obiettivo era quello di riuscire a portare a termine alcuni lavori di casa durante la settimana, in modo da alleggerire il sabato, così posso trascorrere più tempo con i bambini e con mio marito.

 

>>> Forse ti può interessare anche Cosa cucinare per cena: il planning del menù settimanale <<<

 

Come ho realizzato il planning delle faccende domestiche

Ho, innanzitutto, steso una lista delle cose da fare in casa, suddividendole in giornaliere, settimanali, mensili e annuali.

planning2

E’ fondamentale sapere di ogni giorno quanto tempo si ha a disposizione per la cura della casa e quanto tempo richiede ogni singola voce della lista per essere portata a termine. Solo in questo modo possiamo associare ai giorni i lavori da svolgere entro sera.

Su questa base ho compilato il mio planning.

Il mio planning lo puoi vedere nelle fotografie sopra. Me lo sono segnato sia sulla bacheca della Command Station di casa che sul mio Quaderno delle Liste (di cui presto ti racconto), un inserto del mio bullet journal.

 

Qui di seguito puoi scaricare il modello blank del planning delle faccende-domestiche che ho realizzato per te diviso in giornaliero e in mensile e annuale. Così puoi organizzare la tua settimana di pulizie sulla base delle tue esigenze.

Tu come gestisci le faccende domestiche? Fai tutto in un giorno o suddividi le faccende sui vari giorni? Hai mai creato un planning per le pulizie?

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi.

 

Se credi che questo post possa essere utile ad altre donne ti invito a condividerlo su Facebook.

 

Ti aspetto con entusiasmo sui social media; un tuo LIKE ed un FOLLOW mi aiuteranno a crescere e migliorarmi.

Seguimi sui canali social

Facebook

Twitter

Instagram

Annunci

15 pensieri su “Il planning delle faccende domestiche

  1. Ciao Elisa leggevo con interesse il tuo articolo ti dico che anche io prima di aver partorito ho seguito un piano mensile il metodo cd. flylady e mi ci sono trovata benissimo..ora il tempo di riprendermi dal parto che vorrei continuare in quanto la casa così era sempre pulita ed in ordine .,un bacio

    Liked by 1 persona

  2. Ah Elisa, io ho dovuto fare una cosa molto simile, seppure senza utilizzare la forma scritta. Principalmente perché sono una folle, maniaca della pulizia e dell’ordine, e se non mi fossi organizzata con degli interventi precisi giornalieri sarei impazzita! Nel tentativo di fare tutto e sempre, rischiavo di non riuscire ad ottenere ciò che volevo, oltre a non avere più tempo per respirare.
    Perciò io ho un calendario mentale di cosa fare nei vari giorni della settimana (pavimenti, spolvero, letti, stiro, cucina, bagni, stoviglie, lavatrici, ecc); più le pulizie bi-settimanali dei vetri; ogni due mesi di porte e lavaggio tende; ogni sei mesi il cambio di stagione (più una bella spolverata extra degli armadi tra i due cambi). Poi ci sono cose come scuroni e divano da sfoderare che faccio una volta o due all’anno. Per il resto avviene tutto settimanalmente, nei giorni ormai decisi da una lunga pratica.
    Ormai non potrei più fare a meno di questo “planning non scritto” ma validissimo.
    Un bacio,
    Claudia B.

    Liked by 1 persona

    1. Claudia ti do ragione su tutto. Anche io le prime volte, presa dall’emozione e dalla voglia di fare, completavo tutto in una volta sola. Però sai, queste cose non durano e l’unico modo è quello di trovare un equilibrio dividendo le faccende. Alla fine seguiamo lo stesso metodo, solo che tu non lo hai scritto su carta.
      Grazie cara 🙂

      Liked by 1 persona

    1. Sai Daniela ognuno ha le proprie abitudini e non sempre il tempo è dalla nostra parte. Noi donne ci impegniamo e facciamo il possibile.
      Tranquilla, anche a casa ci sono dei giorni che le stanze sono messe peggio di un campo post battaglia a palle di neve… da urlo!
      Grazie per essere passata 🙂

      Liked by 1 persona

  3. Diego

    Elisa,
    nel tuo planning giornaliero aggiungerei visto che c’é la voce lavatrice, lo stendere, il raccogliere i panni, dividerli per colore ecc. ecc.
    E’ stimato che per la trafila del bucato ci vvogliono 20 ore mensili.
    Ma ora c’é una soluzione…

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Diego, hai perfettamente ragione. Con lavatrice sottintendevo tutta la catena dal lavaggio del bucato fino al riporlo nell’armadio per essere utilizzato. Ma, in effetti, non viene esaurito tutto in giornata. Provvederò ad aggiornare.
      Venti ore mensili sono un bel lavoretto che merita di essere ben segnalato.
      Grazie mille! 🙂

      Mi piace

      1. Diego

        Ti ringrazio e mi complimento per l’idea del planning. Io ho risolto con un nuovo elettrodomestico che mi ha cambiato la vita e sopratutto a quella di mia moglie, tanto che ora lo scelto come professione il fatto di far conoscere questo fantastico prodotto che mi fa risparmiare tempo, fatica e denaro.
        Si tratta di una asciugastiratrice.
        Diego

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...