Famiglia

Il diabete gestazionale

Oggi parliamo di diabete gestazionale, che io stessa in prima persona ho vissuto con la mia seconda gravidanza.

Scopriamo come viene diagnosticato il diabete gestazionale, come viene curato,cosa può comportare al momento del parto, al bambino e alla mamma in futuro.

Questo articolo si basa sulla mia personale esperienza vissuta da gestante. Le informazioni riportate sono indicazioni basilari che ho ricevuto durante la gravidanza con il diabete gestazionale. Queste informazioni rappresentano la mia esperienza, ma per approfondimenti e per il tuo caso specifico, se soffri di questo tipo di diabete, fai riferimento solo ed esclusivamente al personale medico che ti accompagna in questo cammino verso il primo incontro con il tuo bambino. 

Cosa è il diabete gestazionale

Il diabete gestazionale è un’alterazione del metabolismo del glucosio e si verifica solo durante la gravidanza. Ma non ci si deve spaventare, perché dopo il parto sparisce.

Avere il diabete gestazionale significa che il pancreas non riesce a produrre la giusta quantità di insulina, che in una donna incinta deve essere maggiore rispetto a una donna in una condizione di normalità. Si tratta di un processo del tutto naturale, che a volte non segue il giusto decorso.

Questo tipo di diabete colpisce circa il 4-5% delle future mamme, le quali, sotto controllo medico, vengono sottoposte ad una dieta specifica. Tra queste solo una minima parte farà ricorso all’insulina.

Come ti dicevo, con la seconda gravidanza ho avuto il diabete gestazionale, mi è stata assegnata una dieta da 1800 kcal e sono risultata tra le super fortunate che dovevano farsi l’insulina.

 

Diagnosi del diabete gestazionale

La diagnosi mi è stata comunicata in seguito all’esame della curva glicemica, svolto tra la 24° e 28° settimana di gravidanza. L’esame consiste in tre prelievi di sangue. Il primo a digiuno. Successivamente si beve una soluzione glucosata e vengono effettuati glia altri due prelievi a 60 e 120 minuti dall’aver bevuto quella “bevanda” contenente circa 75-100 grammi di zucchero.

Ti assicuro che è molto difficile berla e riuscire a non stare male. Ma conviene riuscire a farlo, per evitare di dover ripetere l’esame.

In base ai valori ottenuti nei prelievi il responso di normalità o di diabete.

 

diabete gestazionale

 

Rischi e cura del diabete gestazionale

Il diabete gestazionale deve essere curato, in caso contrario si possono correre dei rischi. Per esempio il bambino potrebbe crescere troppo causando problemi al momento del parto. Potrebbe verificarsi sofferenza fetale o ipoglicemia nel piccolo, il quale si vede bruscamente privato di certi livelli di zuccheri. Inoltre, il bambino potrebbe soffrire più facilmente di diabete in futuro.

Quando mi è stato diagnosticato questo tipo di diabete sono stata seguita dal personale medico dell’ospedale in un percorso che prevede un incontro formativo iniziale e l’assegnazione della dieta da seguire scrupolosamente. La mia dieta da 1800 kcal al giorno prevedeva piatti variegati, alternanza di cibi e quantità ben precise. Mi è stato fornito in dotazione e gratuitamente il glucometro (o reflettometro), ovvero lo strumento con il quale misurare il valore della glicemia. I valori di riferimento sono 90 prima del pasto e 120 a distanza di un’ora dall’inizio del pasto. La misurazione la prendevo 6 volte al giorno, prima e dopo i 3 pasti principali.

Purtroppo i miei valori peggioravano di volta in volta anziché migliorare, tanto da portare i medici ad introdurre la somministrazione di insulina.

E’ stata una dura lotta tra me e la mia glicemia che, nonostante l’aumento costante del dosaggio di insulina, ha avuto la meglio fino alla fine della gravidanza.

I medici comunque mi rassicuravano e dalla 37° settimana hanno iniziato i monitoraggi della frequenza fetale ed infine alla 39° settimana mi è stato programmata l’induzione. Si temeva che il bambino fosse cresciuto molto.

A distanza di tre mesi dal parto ho ripetuto il prelievo di sangue per la verifica dei livelli di zucchero nel sangue, esame che ha attestato il ritorno alla condizione originaria.

Le donne che in gravidanza hanno avuto il diabete gestazionale sono più predisposte a sviluppare il diabete mellito di tipo II, ecco il motivo per cui si dimostra fondamentale una corretta alimentazione accompagnata da regolare e moderata attività sportiva.

Il diabete mellito  di tipo II si sviluppa negli adulti e rappresenta il 90% dei casi di diabete. Si interviene inizialmente con la modifica della dieta e col consiglio di svolgere movimento. Solo se necessario viene introdotta l’insulina.

 

Cura del bambino

Quando il bambino è nato il consiglio che mi è stato dato molte volte in ospedale dalle ostetriche e dalle puericultrici è stato quello di allattare il bambino più spesso rispetto alla normalità. 

Ricordiamo che questo piccino è cresciuto sottoposto ad un livello di zuccheri più alto rispetto a quelli usuali, quindi ha necessità di mangiare più spesso e di essere accompagnato a livelli normali. Dobbiamo essere pazienti con questi bambini ed assecondare questo loro bisogno per evitare che abbiano dei bruschi cali di zuccheri.

Inoltre anche il bambino viene sottoposto ad un esame per il controllo del livello di zuccheri nel sangue prima della dimissione dall’ospedale.

 

Hai mai sentito parlare di diabete gestazionale? L’hai avuto in gravidanza? Vorresti aggiungere qualcosa alle informazioni basilari basate sulla mia personale esperienza? 

 

Questo articolo è il resoconto della mia personale esperienza vissuta con il diabete gestazionale. Ti racconto come mi è stato diagnosticato e curato e gli esami che abbiamo fatto io e il bambino.

Può essere un aiuto per farti un’idea di come possono andare le cose e per rassicurarti se il pensiero di questo diabete ti ha buttata a terra. A molte donne viene diagnosticato ma basta seguire le direttive dei medici e fare lo sforzo di seguire la dieta e misurare i valori di glicemia. A volte ci si può sentire sconfortate, magari nonostante gli sforzi i valori non sono positivi. Ma bisogna andare avanti e fare del proprio meglio.

Se anche tu soffri di questo diabete, ne hai sofferto o conosci qualche futura mamma che ce l’ha condividi questo articolo su Facebook. Grazie!

 

 

Ti aspetto con entusiasmo sui social media; un tuo LIKE ed un FOLLOW mi aiuteranno a crescere e migliorarmi.

Seguimi sui canali social

Facebook

Twitter

Instagram

Annunci

9 thoughts on “Il diabete gestazionale

  1. Ciao Elisa! Ho trovato questo articolo molto interessante…la condivisione di un’esperienza che potrebbe dare conforto anche ad altre donne! Io non ho ancora bambini, ma tempo fa ho dovuto fare curva glicemica e insulinemica e mi è stato detto che durante una gravidanza ho più probabilità di sviluppare diabete gestazionale! Ora che ho letto questo post cmq sono abbastanza tranquilla…se dovesse succedere basta seguire le direttive dei medici e tutto andrà per il meglio ❤
    Lucia

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Lucia, sì è così. Inizialmente può essere stressante, ma poi prendi ritmi ed abitudini. Ovvio che seguire anche la dieta che i medici danno non sempre è semplice. Saranno anche 1800 kcal ma l’inquilino 😉 ciuccia a dismisura. Bisogna essere forti e resistere.
      Grazie! 😘

      Mi piace

  2. Cavolo…non ho figli,ma in comune abbiamo la paura degli aghi…deve esser stato difficile! Credo che in certe situazioni forse la priorità di stare bene e far stare bene il bambiono/a sia di aiuto per superare la paura!!! In ogni caso (avendo seguito le gravidanze di molte amiche) adesso ne so qualcosa di più su questa cosa del diabete gestazionale, visto che al momento sapevo solo dell’esame della curva glicemica! Interessante! E adesso? Tutto è tornato alla normalità dopo il parto?

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Serena, sai io fino a un anno fa non ne sapevo nulla e poi mi é successo. La temuta curva glicemica è stata solo l’inizio per me. Comunque ti confermo che ora non ho più nulla. Tutto scomparso. Ho rifatto il prelievo di sangue tre mesi dopo il parto. Tutto normale! 🙂
      Grazie mille!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...